Un fornitore del Servizio Sanitario Nazionale che deve effettuare l'Evergreen Assessment nella preparazione dei medicinali.

L’NHS ha fissato obiettivi per raggiungere le emissioni nette zero entro il 2040 per le sue emissioni direttamente controllate ed entro il 2045 per le emissioni che influenza.

Questo impegno fa parte di una strategia per integrare la sostenibilità nelle operazioni del settore sanitario. La pubblicazione del rapporto “Delivering a Net Zero NHS” offre un modello su come l'NHS intende ridurre la propria impronta di carbonio ed evidenzia l'impegno dell'NHS verso la sostenibilità, creando un precedente che altre organizzazioni possano seguire.

 

Panoramica della valutazione dei fornitori sostenibili Evergreen

L’Evergreen Sustainable Supplier Assessment è progettato per consentire ai fornitori del Servizio Sanitario Nazionale di fornire le proprie credenziali di sostenibilità in modo chiaro. La valutazione, disponibile sulla piattaforma Atamis, valuta i fornitori e fornisce un punteggio di maturità rispetto a una serie di parametri di sostenibilità, come la copertura del calcolo delle emissioni e gli impegni nei confronti dei quadri di sostenibilità. Impegnandosi in questo processo, i fornitori del Servizio Sanitario Nazionale sono incoraggiati a migliorare le loro pratiche di sostenibilità per ottenere un punteggio di maturità migliore, che riflette il loro allineamento con il quadro di sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale. Questo sistema misura l’attuale posizione di sostenibilità e promuove una collaborazione verso obiettivi di sostenibilità reciproci e l’ambizione generale di emissioni nette di carbonio pari a zero.

 

Comprendere la roadmap dei fornitori Net Zero

Dall’aprile 2022 il servizio sanitario nazionale ha incorporato sempre più considerazioni sullo zero netto e sulla sostenibilità nei propri processi di approvvigionamento, a partire dall’integrazione di una ponderazione minima 10% per lo zero netto e il valore sociale in tutti gli appalti. Nell'aprile 2023 sono stati implementati i requisiti per i nuovi contratti NHS superiori a 5 milioni di sterline all'anno, richiedendo ai fornitori di pubblicare un piano di riduzione del carbonio (CRP) in linea con la nota sulla politica di approvvigionamento 06/21 (PPN 06/21) del governo britannico.

Dall'aprile 2024, il Servizio Sanitario Nazionale ha introdotto un approccio a due livelli per l'applicazione di questi requisiti del Piano di Riduzione del Carbonio (CRP) in tutti i nuovi appalti del Servizio Sanitario Nazionale, garantendo che la maggior parte dei fornitori stia aumentando le proprie credenziali di sostenibilità in linea con gli impegni del Servizio Sanitario Nazionale:

  • Gli appalti di alto valore – quelli con un valore annuo superiore a 5 milioni di sterline, IVA esclusa – hanno un requisito di Piano di riduzione del carbonio (CRP). Questo requisito è in linea con il PPN 06/21 del governo britannico, in base al quale i fornitori si impegnano a raggiungere l’obiettivo Net Zero entro il 2050 o prima, analizzano le emissioni previste e indicano come le ridurranno. Il CRP deve fornire un’analisi delle emissioni Scope 1 e 2 con sede nel Regno Unito, insieme a cinque categorie specificate all’interno dell’Ambito 3.
  • Per i contratti inferiori a questa soglia ma superiori a £ 10.000, IVA esclusa, è stato introdotto un requisito di impegno Net Zero. Questo requisito si basa su elementi chiave del CRP, in base al quale i fornitori devono impegnarsi pubblicamente a raggiungere Net Zero entro il 2050 o prima per le loro attività nel Regno Unito e fornire prova dei loro progressi verso Net Zero se richiesto.

Si prevede che i requisiti di sostenibilità per i fornitori del Servizio Sanitario Nazionale saranno ulteriormente aumentati in futuro; a partire da aprile 2027, tutti i fornitori saranno tenuti a rendicontare pubblicamente le proprie emissioni globali di ambito da 1 a 3 e i corrispondenti obiettivi all’interno di un piano di riduzione del carbonio pubblicato.

Si prevede che l’aprile 2028 segnerà l’inclusione dei requisiti per l’impronta di carbonio dei singoli prodotti forniti al Servizio Sanitario Nazionale. Il Servizio Sanitario Nazionale lavorerà con i fornitori e gli enti regolatori per determinare a tempo debito l’esatto ambito e la metodologia.

Questa tabella di marcia comprende una serie di requisiti che variano in base alla dimensione e alla portata del contratto, essenziali per guidare i fornitori verso operazioni sostenibili e emissioni nette di carbonio pari a zero. Al centro di questi requisiti c’è il completamento dell’Evergreen Sustainable Supplier Assessment, un passaggio obbligatorio per tutti i fornitori impegnati negli appalti del Servizio Sanitario Nazionale.

 

Come possiamo aiutare

McGrady Clarke supporta i fornitori dell'NHS nell'esplorazione delle complessità della Roadmap dei fornitori Net Zero dell'NHS, compreso lo sviluppo e la revisione dei piani di riduzione delle emissioni di carbonio in linea con PPN 06/21, producendo impegni Net Zero e fornendo risposte al questionario di valutazione dei fornitori sostenibili Evergreen. Allineandosi agli obiettivi strategici di sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale, le organizzazioni possono migliorare la propria prestazione ambientale complessiva.