Miscelazione di precisione di sostanze chimiche all'interno di un laboratorio nel settore delle scienze della vita.

L’inclusione della sostenibilità nel settore delle scienze della vita è fondamentale per gestire il suo impatto sull’ambiente e mantenere la stabilità economica in risposta alle sfide mondiali.

Questo movimento verso la sostenibilità è influenzato da vari elementi, in particolare da obiettivi di sostenibilità globale come gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite e l’Accordo di Parigi. Questi accordi richiedono misure immediate per affrontare il cambiamento climatico e incoraggiare la crescita sostenibile.

 

Lo stato della sostenibilità nel settore delle scienze della vita nel 2024

L’industria delle scienze della vita sta affrontando l’intricata questione della sostenibilità, cercando di bilanciare il suo ruolo fondamentale nel migliorare la salute globale con la necessità di ridurre l’impatto ambientale e migliorare la responsabilità sociale. Questo punto è caratterizzato sia da progressi che da ostacoli, rispecchiando i tentativi del settore di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità globale soddisfacendo al tempo stesso le esigenze specifiche del settore sanitario e farmaceutico.

L’impatto degli obiettivi di sostenibilità globale è stato significativo nel campo delle scienze della vita. Questi accordi hanno suscitato una rinnovata enfasi sull’adozione di pratiche sostenibili in tutto il settore, dalla ricerca e sviluppo alla produzione e alle operazioni della catena di fornitura. Al settore è sempre più riconosciuta la sua capacità di sostenere un’ampia gamma di obiettivi di sostenibilità, tra cui salute e benessere (SDG 3), consumo e produzione responsabili (SDG 12) e azione per il clima (SDG 13).

La sostenibilità nel settore delle scienze della vita è caratterizzata da un’ampia varietà di iniziative e innovazioni. Esiste un crescente movimento verso la chimica verde e processi di produzione sostenibili, volti a ridurre l’impatto ambientale dei prodotti farmaceutici e biotecnologici. Sono in corso iniziative per migliorare la sostenibilità della catena di fornitura, concentrandosi su trasparenza, approvvigionamento etico e riduzione dell’impronta di carbonio.

Ci sono anche sfide sostanziali nell’adottare pienamente la sostenibilità nelle sue pratiche. L’elevato consumo di energia e acqua, la produzione di rifiuti e la dipendenza da complesse catene di approvvigionamento globali rappresentano ostacoli significativi. Inoltre, la necessità di garantire un accesso accessibile all’assistenza sanitaria e ai farmaci introduce ulteriore complessità negli sforzi di sostenibilità del settore.

 

Principali tendenze di sostenibilità nel settore delle scienze della vita

Impegno per l'azzeramento delle emissioni nette

I sistemi sanitari producono tra 4 e 5% delle emissioni nazionali di gas serra (GHG).¹

L’obiettivo di raggiungere emissioni nette zero richiede una valutazione completa delle operazioni, che spazia dai processi di ricerca e sviluppo alla produzione e alla logistica. Questo obiettivo incoraggia l’innovazione nell’efficienza energetica, l’uso di energie rinnovabili e lo sviluppo di tecnologie di produzione più pulite. Costituisce un esempio di leadership in materia di sostenibilità nel contesto economico globale.

Focus sulla sostenibilità della catena di fornitura

Il contributo dei prodotti farmaceutici alle emissioni di gas serra dei sistemi sanitari varia da 10 a 55%.²

Riconoscendo la significativa influenza delle catene di fornitura, le organizzazioni delle scienze della vita stanno implementando sempre più frequentemente pratiche come l’approvvigionamento etico, le valutazioni della sostenibilità dei fornitori e le partnership per migliorare la trasparenza della catena di fornitura e ridurre gli impatti ambientali. Queste azioni contribuiscono a creare una catena di fornitura più sostenibile e resiliente, che è vitale per la sostenibilità a lungo termine del settore.

Innovazioni nelle strutture sostenibili

20% dell’impronta di carbonio del Servizio Sanitario Nazionale era dovuto a medicinali e sostanze chimiche e un ulteriore 5% era dovuto a gas anestetici (2%) e inalatori (3%).³

La creazione di strutture sostenibili segna un passo considerevole verso la riduzione dell’impatto ambientale delle operazioni nel campo delle scienze della vita. Questi progressi riducono le emissioni di carbonio e l’energia, oltre a fungere da esempio per pratiche sostenibili in altri settori. Lo spostamento verso tali strutture dimostra l'impegno del settore nell'incorporare la sostenibilità in ogni aspetto delle sue operazioni.

 

Sfide alla sostenibilità nel settore delle scienze della vita

Nonostante il ruolo svolto dal settore delle scienze della vita nel miglioramento della sostenibilità globale, esso deve affrontare sfide distinte nell’allineare le proprie operazioni agli obiettivi ambientali.

Il settore è caratterizzato da una rapida innovazione, vitale per lo sviluppo di soluzioni sanitarie e terapeutiche. Tuttavia, il rapido ritmo dei progressi e la natura ad alta intensità di risorse delle attività di ricerca e sviluppo presentano difficoltà nel ridurre l’impatto ambientale di queste innovazioni. L’industria deve bilanciare la domanda di innovazione rapida con la necessità di ridurre le emissioni e i rifiuti. Ciò richiede investimenti nella chimica verde, in pratiche di ricerca e sviluppo sostenibili e in tecnologie efficienti dal punto di vista energetico, che potrebbero comportare costi iniziali significativi e una rivalutazione dei processi di sviluppo convenzionali.

Affrontare il panorama normativo mantenendo elevati standard etici è una sfida continua per il settore delle scienze della vita. Gli sforzi di sostenibilità spesso si sovrappongono a complessi requisiti normativi che differiscono da regione a regione, complicando l’attuazione delle strategie di sostenibilità globale. Garantire la conformità normativa pur perseguendo obiettivi di sostenibilità può ritardare l’introduzione di iniziative verdi. Inoltre, le preoccupazioni etiche, soprattutto nelle catene di fornitura globali e negli studi clinici, introducono un altro livello nella sfida della sostenibilità, richiedendo una supervisione e una trasparenza approfondite.

Gran parte dell'impronta ambientale di un'organizzazione nel settore delle scienze della vita si trova all'interno della sua catena di fornitura. La natura globale e complessa di queste catene di approvvigionamento rende difficile implementare e monitorare in modo efficace le pratiche sostenibili. Raggiungere la sostenibilità attraverso catene di approvvigionamento complesse richiede cooperazione, trasparenza e investimenti nell’approvvigionamento e nella logistica sostenibili. L’industria deve gestire il compito di allineare le varie parti interessate con diverse capacità e impegni per la sostenibilità, richiedendo forti strategie di gestione e approcci innovativi.

Il passaggio a operazioni sostenibili è spesso ostacolato dalla disponibilità limitata di tecnologie e infrastrutture verdi, in particolare nei mercati in via di sviluppo. L’adozione di strutture sostenibili e di fonti di energia pulita richiede notevoli investimenti e sostegno infrastrutturale. Il superamento di questa barriera implica investimenti finanziari e la creazione di partenariati e iniziative in grado di fornire il supporto tecnologico e infrastrutturale necessario. Ciò è particolarmente importante per le aziende più piccole e per quelle che operano in aree in cui le opzioni sostenibili sono meno disponibili.

 

Opportunità e strategie per le scienze della vita sostenibili

L'attenzione del settore delle scienze della vita alla sostenibilità rappresenta un'opportunità per ridurre gli impatti ambientali e sociali e per innovare, migliorare l'efficienza operativa e sostenere i risultati sanitari globali.

Innovare per soluzioni più ecologiche

Strategia: Incoraggiare l’innovazione nella chimica verde, nella biotecnologia sostenibile e nei metodi di produzione sostenibili. Investire in ricerca e sviluppo focalizzati sulla riduzione dell’impatto ambientale può portare alla creazione di prodotti e servizi nuovi e più sostenibili.

Opportunità: Questa strategia riduce l'impatto ambientale del settore e rende le organizzazioni all'avanguardia nella sostenibilità. Ciò li posiziona bene per entrare in nuovi mercati e rispondere alla crescente domanda di soluzioni sanitarie verdi.

Migliorare la trasparenza della catena di fornitura

Strategia: Mettere in pratica misure di sostenibilità ad ampio raggio lungo tutta la catena di fornitura, dall’approvvigionamento etico alla riduzione delle emissioni di carbonio nella logistica. Le iniziative volte ad aumentare la trasparenza, come la pubblicazione di rapporti di sostenibilità e l’adozione di certificazioni da parte di terzi indipendenti, possono aiutare a monitorare e condividere i progressi.

Opportunità: Migliorando la sostenibilità della catena di fornitura, le organizzazioni possono migliorare l'integrità del proprio marchio e la fiducia che ricevono da consumatori e stakeholder. Ciò aiuta anche a gestire i rischi legati alle normative ambientali e alla fluttuazione dei prezzi delle materie prime, portando a operazioni più solide.

Sfruttare le tecnologie sanitarie digitali

Strategia: Utilizzare le tecnologie sanitarie digitali per migliorare la sostenibilità della fornitura sanitaria. L’uso della telemedicina, delle cartelle cliniche elettroniche e della diagnostica basata sull’intelligenza artificiale può ridurre la domanda di risorse fisiche e semplificare i processi di cura dei pazienti.

Opportunità: Le tecnologie sanitarie digitali offrono il duplice vantaggio di ampliare l’accesso all’assistenza sanitaria e ridurre l’impronta ambientale dei servizi medici. Facilitano il passaggio alle cure preventive e alla medicina personalizzata, riducendo al minimo il consumo non necessario di risorse e migliorando i risultati per i pazienti.

Collaborare per una sanità sostenibile

Strategia: Partecipare a partenariati in tutto l’ecosistema sanitario, coinvolgendo governi, organizzazioni non governative, pazienti e altri settori, per promuovere iniziative di sostenibilità. Le azioni di collaborazione possono portare allo scambio delle migliori pratiche, agli investimenti collettivi in infrastrutture sostenibili e alla definizione di norme a livello di settore.

Opportunità: Lavorare insieme offre un metodo più unificato ed efficace per affrontare la sostenibilità, combinando risorse e competenze per affrontare ostacoli condivisi. Aiuta inoltre ad allineare gli obiettivi sanitari con obiettivi ambientali e sociali più ampi, aumentando il contributo del settore agli sforzi di sostenibilità globale.

Dare priorità ai criteri ESG nella strategia aziendale

Strategia: Integrare gli standard ambientali, sociali e di governance (ESG) nella strategia aziendale e nelle scelte di investimento. Ciò comporta la definizione di obiettivi di sostenibilità espliciti, il monitoraggio e la divulgazione dei risultati ESG e il coinvolgimento delle parti interessate nelle iniziative di sostenibilità.

Opportunità: Un solido quadro ESG migliora la fiducia degli investitori e il coinvolgimento degli stakeholder, posizionando il settore delle scienze della vita in linea con la crescente enfasi internazionale sugli investimenti sostenibili. Aiuta inoltre a riconoscere i rischi e le opportunità associati alla sostenibilità, portando a processi decisionali più consapevoli.

 

Perché le organizzazioni delle scienze della vita scelgono McGrady Clarke?

Le organizzazioni delle scienze della vita scelgono McGrady Clarke per la nostra competenza specializzata nella riduzione dei costi energetici, nel rispetto delle normative ambientali e nel progresso della sostenibilità. Forniamo soluzioni su misura per l'approvvigionamento energetico e valutazioni dell'efficienza per ridurre i costi operativi e ottimizzare i processi di ricerca e sviluppo, oltre a servizi di gestione del carbonio per assistere le organizzazioni del settore delle scienze della vita nella riduzione delle emissioni di carbonio e nel rispetto degli standard normativi.

I nostri servizi sono studiati su misura per soddisfare i requisiti specifici del settore delle scienze della vita, garantendo guadagni economici e promuovendo al tempo stesso la sostenibilità. Questo ci posiziona come partner preferito per le organizzazioni che cercano di migliorare il successo finanziario e la gestione ambientale.

 

Riferimenti

¹ Booth, A., Jager, A., Faulkner, SD, Winchester, CC e Shaw, SE (2023). Obiettivi e strategie delle aziende farmaceutiche per affrontare il cambiamento climatico: analisi del contenuto dei rapporti pubblici di 20 aziende farmaceutiche. Giornale internazionale di ricerca ambientale e sanità pubblica, 20(4), 3206. https://doi.org/10.3390/ijerph20043206. Concesso in licenza con CC BY 4.0.

² Booth, A., Jager, A., Faulkner, SD, Winchester, CC e Shaw, SE (2023). Obiettivi e strategie delle aziende farmaceutiche per affrontare il cambiamento climatico: analisi del contenuto dei rapporti pubblici di 20 aziende farmaceutiche. Giornale internazionale di ricerca ambientale e sanità pubblica, 20(4), 3206. https://doi.org/10.3390/ijerph20043206. Concesso in licenza con CC BY 4.0.

³  Booth, A., Jager, A., Faulkner, SD, Winchester, CC e Shaw, SE (2023). Obiettivi e strategie delle aziende farmaceutiche per affrontare il cambiamento climatico: analisi del contenuto dei rapporti pubblici di 20 aziende farmaceutiche. Giornale internazionale di ricerca ambientale e sanità pubblica, 20(4), 3206. https://doi.org/10.3390/ijerph20043206. Concesso in licenza con CC BY 4.0.