Un grande cantiere all’interno di una città.

Il settore delle costruzioni si trova attualmente ad affrontare un punto critico nel suo percorso verso la sostenibilità.

Questo settore svolge un ruolo importante nell’economia globale ma ha anche un notevole impatto ambientale, caratterizzato da un utilizzo estensivo di risorse, produzione di rifiuti ed emissione di carbonio. Questo duplice aspetto evidenzia la necessità che il settore delle costruzioni adotti metodi sostenibili, garantendo che le sue attività siano in linea con gli obiettivi più ampi di protezione dell’ambiente, oltre ad essere socialmente responsabili ed economicamente sostenibili.

 

Lo stato della sostenibilità nel settore delle costruzioni nel 2024

La strategia del settore edile verso la sostenibilità è significativamente influenzata da linee guida internazionali come gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e l'Accordo di Parigi. Dato il suo contributo sostanziale alle emissioni globali di carbonio e all’utilizzo delle risorse, il settore edile si trova ad affrontare crescenti richieste per conformarsi a questi obiettivi di sostenibilità.

Lo stato attuale della sostenibilità nel settore edile è caratterizzato da progressi ma anche da ostacoli. In positivo, c’è stato un passo significativo verso metodi di costruzione sostenibili, evidenziato da un aumento nell’uso di sistemi di certificazione come LEED e BREEAM. Questi sforzi dimostrano una crescente consapevolezza dell’importanza dei diversi aspetti della sostenibilità.

Nuovi sviluppi nel campo dei materiali sostenibili, tra cui il cemento riciclato e il legname ottenuto in modo responsabile, stanno diventando sempre più popolari, fornendo metodi per ridurre gli effetti ambientali del settore. Inoltre, i progressi digitali come il Building Information Modeling (BIM) stanno trasformando la pianificazione e l’esecuzione dei progetti, portando a un uso più efficiente delle risorse e a una riduzione degli sprechi.

Tuttavia, l’industria incontra notevoli ostacoli nell’adottare completamente la sostenibilità. Le elevate spese legate all’edilizia verde, la complessità della modernizzazione degli edifici attuali per conformarsi alle nuove normative ambientali e la continua mancanza di esperienza nell’edilizia sostenibile rappresentano sfide significative. Inoltre, le discrepanze normative e il lento tasso di adozione degli standard internazionali ostacolano gli sforzi per standardizzare a livello globale i metodi di costruzione sostenibili.

 

Principali tendenze di sostenibilità nel settore delle costruzioni

Bioedilizia e sistemi di certificazione

L’adeguamento del 20% del parco edilizio esistente a un livello di zero emissioni di carbonio entro il 2030 è una pietra miliare ambiziosa ma necessaria verso lo scenario Net Zero Emissions entro il 2050.¹

Questa tendenza sta accelerando l’adozione di metodi di costruzione sostenibili e di progetti di risparmio energetico, incoraggiando un ampio spostamento verso edifici che possono ridurre notevolmente o neutralizzare completamente le emissioni di carbonio. L'attenzione ai sistemi di certificazione come LEED e BREEAM promuove un metodo standardizzato verso l'edilizia sostenibile, migliorando la trasparenza e la responsabilità negli sforzi del settore verso la sostenibilità.

Materiali sostenibili ed economia circolare

Rispetto al calcestruzzo convenzionale, l’utilizzo di calcestruzzo con aggregati riciclati fino a 43% può far risparmiare fino a 37% di materie prime.²

Il passaggio verso materiali sostenibili e il concetto di economia circolare stanno cambiando le pratiche di costruzione, riducendo i rifiuti e preservando le risorse naturali. Utilizzando materiali con un minore impatto ambientale e incoraggiando il riciclaggio e il riutilizzo nei progetti di costruzione, l’industria sta progredendo verso pratiche di sviluppo più sostenibili e responsabili.

Resilienza climatica e adattamento

L’adattamento delle infrastrutture fisiche costituisce parte integrante della resilienza ai cambiamenti climatici, proteggendo le comunità dai cambiamenti climatici imminenti e riducendo al tempo stesso l’impatto ambientale dell’ambiente edificato.³

L’enfasi sulla resilienza e sull’adattamento climatico sta portando a innovazioni nelle tecniche e nei materiali di costruzione, garantendo che i nuovi edifici siano progettati per resistere e che le strutture esistenti siano aggiornate per gestire le variazioni climatiche. Ciò migliora la sicurezza e la longevità dell’ambiente edificato e aiuta ad aumentare la resilienza della società in generale agli effetti del cambiamento climatico.

 

Le sfide alla sostenibilità nel settore delle costruzioni

Raggiungere la sostenibilità nel settore delle costruzioni è pieno di sfide che riguardano aree tecniche, finanziarie e normative. Queste difficoltà sottolineano la complessità di incorporare completamente i metodi sostenibili nel settore.

Mentre il progresso nei materiali e nelle tecnologie sostenibili presenta percorsi promettenti verso la sostenibilità, il settore edile spesso lotta con lacune nella tecnologia e nell’innovazione. L’adozione di nuove tecnologie e materiali può essere ostacolata dalla scarsa familiarità, dal rischio percepito e dai costi iniziali legati all’abbandono dei metodi convenzionali. Colmare queste lacune richiede investimenti in ricerca e sviluppo, nonché iniziative per educare e formare la forza lavoro sui metodi di costruzione sostenibili. Questa sfida evidenzia la necessità di un cambiamento culturale all’interno del settore per attribuire uguale importanza all’innovazione e alla sostenibilità.

I costi iniziali relativi ai metodi di costruzione sostenibili, come l’acquisizione di materiali sostenibili e l’ottenimento di certificazioni ecologiche, possono presentare notevoli limitazioni economiche. Questi ostacoli finanziari sono particolarmente evidenti nei mercati competitivi dove le considerazioni sui costi spesso hanno la precedenza sugli obiettivi di sostenibilità. Trovare un equilibrio tra i vantaggi a lungo termine della sostenibilità e le sfide economiche immediate rappresenta un grosso ostacolo. L'industria deve dimostrare l'efficienza in termini di costi dell'edilizia sostenibile durante tutto il ciclo di vita di un progetto per promuovere una più ampia accettazione delle pratiche sostenibili.

Il settore delle costruzioni si trova ad affrontare difficoltà nell’affrontare il contesto normativo in materia di sostenibilità. Le normative e gli standard differiscono in modo significativo da una regione all'altra e cambiano continuamente, rendendo difficile per le organizzazioni edili mantenere la conformità. Questa questione di complessità normativa e la necessità di conformità richiedono che il settore rimanga informato sui cambiamenti e si adatti rapidamente. Evidenzia inoltre la necessità di cooperazione tra governi, enti industriali e organizzazioni edili per stabilire standard di sostenibilità chiari, coerenti e raggiungibili.

Raggiungere la sostenibilità lungo tutta la catena di fornitura dell’edilizia, dall’approvvigionamento delle materie prime alla gestione dei rifiuti, rappresenta una sfida. La natura globale e frammentata delle catene di approvvigionamento nel settore edile complica il monitoraggio coerente e l’applicazione degli standard di sostenibilità. Per affrontare il problema della sostenibilità della catena di fornitura, è essenziale migliorare la trasparenza, coinvolgere i fornitori negli sforzi di sostenibilità e implementare pratiche di approvvigionamento che diano priorità ai fattori ambientali e sociali. Questa sfida evidenzia l’importanza di un approccio globale alla sostenibilità che copra l’intero ciclo di vita dei progetti di costruzione.

 

Opportunità e strategie per l'edilizia sostenibile

La spinta verso la sostenibilità nel settore delle costruzioni offre opportunità di crescita, innovazione e leadership negli sforzi di sostenibilità globale. Adottando strategie lungimiranti, le organizzazioni edili possono affrontare le complessità della sostenibilità e utilizzare la propria influenza per un impatto ambientale e sociale positivo.

Promuovere l’innovazione nelle pratiche e nei materiali sostenibili

Strategia: Incoraggiare l’innovazione nelle tecniche e nei materiali di costruzione sostenibili, nonché nelle tecnologie di risparmio energetico. Investire in ricerca e sviluppo per scoprire e applicare nuovi metodi di costruzione sostenibili che riducano l’impatto ambientale e migliorino le prestazioni degli edifici.

Opportunità: L'innovazione nell'edilizia sostenibile riduce l'impronta di carbonio del settore e fornisce un vantaggio competitivo sul mercato. Apre nuove opportunità di business nei progetti di edilizia sostenibile e posiziona le organizzazioni come leader nell’edilizia sostenibile.

Implementazione di standard e certificazioni per la bioedilizia

Strategia: Abbracciare e sostenere standard e certificazioni, come LEED o BREEAM, nei progetti di costruzione. Questi quadri offrono un approccio sistematico alla creazione di edifici sostenibili ed efficienti sotto il profilo delle risorse.

Opportunità: L'ottenimento delle certificazioni aumenta il valore di un edificio, riduce i costi operativi e può migliorare la salute degli occupanti. Mostra la dedizione di un'azienda alla sostenibilità, attirando clienti e investitori interessati a migliorare la reputazione di sostenibilità del settore.

Migliorare la collaborazione per soluzioni sostenibili

Strategia: Partecipare a partenariati e collaborazioni con le parti interessate lungo tutta la catena del valore dell'edilizia, inclusi fornitori, architetti, ingegneri, clienti ed enti governativi. Lavorare insieme può facilitare lo scambio di migliori pratiche, risorse e conoscenze, portando a passi collettivi verso la sostenibilità.

Opportunità: La collaborazione consente un approccio unificato ed efficace alla sostenibilità, mettendo in comune risorse e competenze per affrontare le sfide condivise. Aiuta a sviluppare standard e pratiche a livello di settore, migliorando la scalabilità delle soluzioni di costruzione sostenibili.

Sfruttare le tecnologie digitali per l’efficienza

Strategia: Applicare tecnologie digitali, come il Building Information Modeling (BIM), la prefabbricazione e la costruzione modulare, per perfezionare la progettazione degli edifici, i processi di costruzione e l'uso dei materiali. Queste tecnologie possono ridurre significativamente i rifiuti, migliorare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni di carbonio.

Opportunità: La digitalizzazione ha il potenziale per rivoluzionare i processi di costruzione, rendendoli più efficienti, meno dispendiosi in termini di risorse e più adatti a pratiche sostenibili. Offre inoltre un modo per monitorare e gestire l'impatto ambientale di un progetto durante tutto il suo ciclo di vita.

Promozione dell’istruzione e della formazione della forza lavoro

Strategia: Investire in programmi di istruzione e formazione per dotare la forza lavoro edile delle competenze e delle conoscenze necessarie per pratiche di costruzione sostenibili. Migliorare le capacità della forza lavoro è fondamentale per implementare in modo efficace metodi e materiali di costruzione innovativi.

Opportunità: Una forza lavoro competente e qualificata è essenziale per il successo dell’implementazione di pratiche di costruzione sostenibili. I programmi di formazione e istruzione possono anche attrarre nuovi talenti nel settore, garantendo un’offerta continua di professionisti dedicati alla sostenibilità.

 

Perché le organizzazioni edili scelgono McGrady Clarke?

Le organizzazioni edili scelgono McGrady Clarke per la nostra esperienza nella riduzione delle spese energetiche, nell'orientamento alle normative ambientali e nel miglioramento della sostenibilità. La nostra gamma di servizi copre la conformità normativa, le strategie net-zero, la contabilità del carbonio e l’incorporazione di tecnologie rinnovabili. Questi servizi mirano a ridurre le spese generali e a migliorare l’efficienza nei progetti di costruzione.

 

Riferimenti

¹ IEA (2022), La ristrutturazione di quasi 20% del parco edilizio esistente per renderlo zero carbon-ready entro il 2030 è ambiziosa ma necessaria, IEA, Parigi https://www.iea.org/reports/renovation-of-near-20-of-existing-building-stock-to-zero-carbon-ready-by-2030-is-ambitious-but-necessary, Licenza: CC BY 4.0.

² Yang, M., Chen, L., Wang, J., et al. (2023). Strategie di economia circolare per combattere il cambiamento climatico e altre questioni ambientali. Lettere di chimica ambientale, 21, 55–80. https://doi.org/10.1007/s10311-022-01499-6. Questo articolo è concesso in licenza in base alla licenza internazionale Creative Commons Attribution 4.0.

³  Rezvani, SMHS, de Almeida, NM, & Falcão, MJ (2023). Misure di adattamento climatico per migliorare la resilienza urbana. Edifici, 13(9), 2163. https://doi.org/10.3390/buildings13092163. Concesso in licenza con CC BY 4.0.