Il grafico ha una correlazione positiva, mostrando gli investimenti in obbligazioni verdi nel settore finanziario.

Nel panorama della finanza globale, l’integrazione della sostenibilità è diventata un aspetto fondamentale della gestione del rischio, della strategia di investimento e della governance aziendale.

Il settore finanziario si trova a un punto importante, con il potenziale per influenzare in modo significativo la traiettoria verso un futuro sostenibile. L’allineamento delle pratiche finanziarie con gli obiettivi di sostenibilità globale, come gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite e l’Accordo di Parigi, evidenzia il ruolo importante delle industrie nell’affrontare la questione in questione. L’importanza della sostenibilità nel settore finanziario va oltre le considerazioni etiche per comprendere un approccio strategico agli investimenti che riconosca il valore e la stabilità a lungo termine determinati da pratiche ambientalmente e socialmente responsabili. Questo cambiamento è guidato da un crescente riconoscimento da parte di investitori, regolatori e consumatori delle implicazioni finanziarie delle questioni di sostenibilità che vanno dalle questioni legate al clima ai fallimenti della governance.

 

Lo stato della sostenibilità nel settore finanziario nel 2024

L’integrazione della sostenibilità nelle pratiche finanziarie è stata significativamente influenzata dagli obiettivi di sostenibilità globale, che hanno catalizzato un cambiamento nel modo in cui le istituzioni finanziarie valutano il rischio, prendono decisioni di investimento e interagiscono con le parti interessate.

Gli obiettivi globali di sostenibilità sono serviti da catalizzatore per il cambiamento nel settore finanziario. Questi obiettivi hanno dimostrato la necessità per le istituzioni finanziarie di considerare i fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) come componenti integranti delle loro valutazioni del rischio e delle loro strategie di investimento. In risposta, l’industria ha iniziato ad allineare le proprie pratiche a questi obiettivi, riconoscendo che la finanza sostenibile mira a mitigare i rischi, oltre a sfruttare le opportunità offerte dalla transizione verso un’economia sostenibile.

L’approccio del settore finanziario alla sostenibilità nel 2024 può essere riassunto da un impegno verso l’integrazione ESG. Le istituzioni finanziarie stanno adottando sempre più politiche che favoriscono gli investimenti in energie rinnovabili, agricoltura sostenibile e progetti infrastrutturali. Inoltre, vi è una tendenza crescente verso l’abbandono dei combustibili fossili e di altre industrie che hanno un impatto negativo significativo sull’ambiente.

Tuttavia, il viaggio verso la piena integrazione ESG non è privo di sfide e le istituzioni finanziarie incontrano difficoltà nell’accedere a dati ESG affidabili e standardizzati, che sono cruciali per prendere decisioni di investimento informate. C’è anche bisogno di orientamenti e quadri normativi più chiari per supportare l’attuazione di pratiche di finanza sostenibile.

Nonostante le sfide, il settore finanziario ha compiuto notevoli progressi nella promozione della sostenibilità, con la proliferazione di green bond, prestiti sostenibili e fondi di investimento a impatto, tutti a dimostrazione della crescente capacità del settore di indirizzare il capitale verso risultati ambientali e sociali positivi. Gli organismi di regolamentazione e le coalizioni di settore stanno lavorando per stabilire standard e parametri comuni per il reporting ESG, con l’obiettivo di migliorare la trasparenza e la comparabilità in tutto il settore.

 

Principali tendenze di sostenibilità nel settore finanziario

Finanziamenti e investimenti verdi

Il mercato globale dei green bond è cresciuto in modo significativo passando da 93 miliardi di dollari nel 2016 a quasi 900 miliardi di dollari nel 2023¹

I finanziamenti verdi forniscono il capitale necessario per progetti di sostenibilità e segnalano uno spostamento più ampio nel settore finanziario verso la valutazione dell’impatto ambientale. Questa tendenza sta facilitando un significativo reindirizzamento delle risorse verso attività che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità globale.

Integrazione ESG nelle decisioni di investimento

Il programma InvestEU contribuirà a questo sforzo e fornirà all’UE finanziamenti cruciali a lungo termine facendo leva su ingenti fondi pubblici e privati. Il regolamento InvestEU prevede che il fondo InvestEU nel suo insieme mirerà ad almeno 30% di investimenti che contribuiscono agli obiettivi climatici.²

L’integrazione ESG sta migliorando la qualità delle decisioni di investimento garantendo che i portafogli finanziari siano resilienti ai rischi legati alla sostenibilità. Inoltre, sta spingendo le aziende a migliorare le loro pratiche di sostenibilità per attrarre investimenti, promuovendo così benefici ambientali e sociali più ampi.

Fintech e finanza sostenibile

I co-benefici più elevati hanno ricevuto un prezzo del credito più alto di 30,4% rispetto ai progetti con i co-benefici più bassi.³

Il fintech sta abbassando le barriere all’ingresso per gli investitori interessati alla finanza sostenibile e sta consentendo un monitoraggio e una misurazione più accurati degli impatti ambientali e sociali. Questa tendenza è fondamentale per ampliare la finanza sostenibile e garantirne l’efficacia nel contribuire agli obiettivi di sostenibilità.

 

Le sfide alla sostenibilità nel settore finanziario

Il percorso del settore finanziario verso la sostenibilità è segnato da una serie di sfide che vanno dall’affidabilità dei dati, all’allineamento normativo e al bilanciamento dei rendimenti finanziari con i risultati ambientali e sociali. Affrontare queste sfide è fondamentale affinché l’industria possa sfruttare appieno la propria influenza nella promozione dello sviluppo sostenibile.

Allineare lo sviluppo sostenibile con i tradizionali parametri di performance finanziaria è una delle principali sfide affrontate dal settore finanziario. Sebbene vi sia un crescente riconoscimento del valore a lungo termine della sostenibilità, la pressione per ottenere rendimenti finanziari immediati può talvolta entrare in conflitto con l’investimento in progetti verdi e sociali, che possono richiedere un periodo di attesa più lungo per ottenere rendimenti finanziari. Questa sfida richiede lo sviluppo di nuovi modelli e parametri finanziari che possano adeguatamente tenere conto del valore della sostenibilità, incoraggiando un cambiamento nella mentalità degli investitori verso orizzonti a lungo termine per i rendimenti e la valutazione del rischio.

La mancanza di dati ESG standardizzati e affidabili rappresenta una sfida significativa per gli investitori e le istituzioni finanziarie che mirano a integrare la sostenibilità nei loro processi decisionali. Le incongruenze nella rendicontazione dei dati, la mancanza di trasparenza e l’assenza di standard uniformi rendono difficile valutare con precisione la performance di sostenibilità degli investimenti. Migliorare la disponibilità di questi dati è essenziale affinché il settore possa valutare e gestire efficacemente i rischi per la sostenibilità, nonché identificare opportunità di investimenti sostenibili in grado di fornire ritorni sia finanziari che ambientali.

Il settore finanziario opera all’interno di un panorama normativo complesso e in rapida evoluzione che cerca di promuovere la sostenibilità. Tuttavia, le discrepanze normative tra le diverse giurisdizioni e il ritmo rapido dei cambiamenti normativi possono creare sfide per gli istituti finanziari nel garantire la conformità e adattare di conseguenza le loro pratiche. L’industria deve affrontare queste sfide normative migliorando le proprie competenze e impegnandosi in un dialogo con i politici per contribuire allo sviluppo di quadri normativi coerenti ed efficaci per la finanza sostenibile.

 

Opportunità e strategie per la finanza sostenibile

Al settore finanziario si presentano significative opportunità per guidare la transizione verso un’economia globale sostenibile. Adottando approcci strategici e sfruttando le innovazioni, le istituzioni finanziarie possono guidare un cambiamento positivo, contribuendo alla protezione ambientale, all’equità sociale e alla resilienza economica.

Sfruttare la tecnologia per l’integrazione ESG

Strategia: Utilizzare i progressi tecnologici per migliorare l’integrazione dei criteri ESG nelle decisioni di investimento. Ciò include l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e dell’analisi dei big data per valutare i rischi e le opportunità ESG in modo più accurato ed efficiente.

Opportunità: L’applicazione della tecnologia può migliorare la profondità e l’affidabilità dell’analisi ESG, consentendo agli investitori di prendere decisioni più informate. Questo approccio supporta anche lo sviluppo di prodotti finanziari innovativi che soddisfano la crescente domanda di opzioni di investimento sostenibili.

Sviluppo di prodotti finanziari sostenibili

Strategia: Creare e promuovere una gamma più ampia di prodotti finanziari sostenibili, come obbligazioni verdi, prestiti legati alla sostenibilità e fondi di investimento a impatto sociale. Questi prodotti dovrebbero essere progettati per soddisfare le esigenze specifiche degli investitori che desiderano contribuire agli obiettivi di sostenibilità ottenendo al contempo rendimenti finanziari.

Opportunità: L’espansione del portafoglio di prodotti finanziari sostenibili può attrarre uno spettro più ampio di investitori, compresi quelli non tradizionalmente focalizzati sulla sostenibilità. Questa diversificazione può incanalare più capitale verso progetti e iniziative di sviluppo sostenibile, amplificando l’impatto delle industrie sugli sforzi di sostenibilità globale.

Migliorare la collaborazione e gli standard

Strategia: Promuovere la collaborazione all’interno del settore finanziario e con i governi, i regolatori e le industrie non finanziarie per sviluppare e armonizzare standard e pratiche per la finanza sostenibile. Ciò include il lavoro verso standard di rendicontazione unificati per i parametri ESG e la partecipazione ad alleanze industriali incentrate sulla sostenibilità.

Opportunità: La collaborazione può portare alla creazione di quadri e parametri di riferimento comuni per la sostenibilità, riducendo la confusione e migliorando la comparabilità tra gli investimenti. Gli standard unificati possono anche facilitare la conformità normativa e contribuire alla credibilità e all’attrattiva dei prodotti finanziari sostenibili.

Sostegno e impegno politico

Strategia: Coinvolgere in modo proattivo i politici e gli organismi di regolamentazione per modellare lo sviluppo di quadri normativi di sostegno per la finanza sostenibile. Ciò implica sostenere politiche che incentivino gli investimenti sostenibili e garantiscano che le normative finanziarie siano in linea con gli obiettivi di sostenibilità globale.

Opportunità: Partecipando allo sviluppo delle politiche, il settore finanziario può contribuire a creare un ambiente normativo che favorisca la crescita della finanza sostenibile e garantisca che i sistemi finanziari siano resilienti ai rischi legati alla sostenibilità. Questo impegno può anche posizionare le istituzioni finanziarie come leader nella sostenibilità, migliorando la loro reputazione e influenza.

 

Perché le organizzazioni del settore finanziario scelgono McGrady Clarke?

Le organizzazioni del settore finanziario scelgono McGrady Clarke per la nostra esperienza nel rispetto delle normative ambientali e nel miglioramento della sostenibilità. Offriamo audit personalizzati sull'efficienza energetica per ridurre le spese, insieme a strategie net-zero per aiutare le organizzazioni a ridurre la propria impronta di carbonio.

I nostri servizi sono specificamente progettati per allinearsi alle esigenze del settore finanziario, garantendo vantaggi economici e promuovendo al tempo stesso la sostenibilità ambientale, rendendoci il partner preferito per le organizzazioni che mirano a bilanciare la redditività con la responsabilità ambientale.

 

Riferimenti

¹ van Niekerk, AJ (2024). Inclusione economica: finanza verde e obiettivi di sviluppo sostenibile. Sostenibilità, 16(3), 1128. https://doi.org/10.3390/su16031128. Concesso in licenza con CC BY.

² Commissione europea. (nd). La finanza e il Green Deal europeo. Recuperato da https://commission.europa.eu/strategy-and-policy/priorities-2019-2024/european-green-deal/finance-and-green-deal_en. Contenuti disponibili con licenza Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0).

³  Lou, J., Hultman, N., Patwardhan, A. et al. (2022). Integrare la sostenibilità nella finanza climatica quantificando i benefici collaterali e l’impatto sul mercato dei progetti sul carbonio. Comunicazioni Terra e Ambiente, 3, 137. https://doi.org/10.1038/s43247-022-00468-9. Concesso in licenza con licenza internazionale Creative Commons Attribuzione 4.0.